L’intervista CHOC – Morgan: “Mio padre è morto di suicidio e ti chiedi il perché”

Continuano le particolari ed emozionanti interviste di Maurizio Costanzo nel suo nuovo ed interessante show della seconda serata. Ieri sera ospite a L’intervista c’è stato il cantante Morgan che, dopo Wanna Marchi, Fabrizio Corona, Belen Rodriguez, ha raccontato a Costanzo dei lati di sé inediti. Parole veramente scioccanti le ha spese nei confronti del padre, morto suicida ormai molti anni fa.

img_3833

Ecco i ricordi di Morgan: “Mio padre era molto elegante, non ha mai perso la sua classe. L’11 ottobre del 1988 ero andato a scuola, il giorno prima mia padre mi ha salutato dalla finestra, cosa che non avevo mai fatto. In realtà aveva dei debiti di cazzate… Lui mi salutò in vari attimi, la sera prima mi ha dato un barattolino di quelli che contenevano le pellicole fotografiche, ha preso una custodia e ci ha messo dentro 100 mila lire arrotolate, così non avrei mai potuto dire che non mi aveva restituito cosa gli avevo dato. Tu non pensi che tuo padre ti si può uccidere così. Io ho provato un grande punto di domanda, un’emozione molto forte. A quel punto ti scatta la filosofia. Mio padre è morto di suicidio, di suo volere, non di morte naturale. E ti chiedi il perché”. Una vita non facile quella dell’artista che ricorda nello stile di vita e nel look i bohémiens, i poeti maledetti parigini d’altri tempi.

Ma il suo racconto non è finito qua e Marco, suo vero nome e colui a cui più volte si è indirizzato Costanzo in quanto alla ricerca dell’uomo e non dell’artista, prosegue così: “Stava male, oggi si chiamerebbe depressione. Lui ha tenuto tutto dentro e questa è una cosa che deriva da un’educazione molto legata alla forma. Aveva 48 anni, più o meno la mia età. Credo che quando arriverò a quella soglia lì mi verrà un brivido. Il padre rappresenta tutto quello che per noi figli maschi rappresenta il punto di riferimento di come bisogna stare al mondo. Quando uno si toglie dal mondo lo fa perché vuole togliersi, in quanto si vede problema. È lì la pazzia, quella di farti del bene, e invece crei una tristezza. Bisogna prendere il positivo anche dalle cose peggiori, io mi sono sentito liberato. Certo, dispiace, ma in ultima istanza l’ha fatta grossa, mica gli diciamo grazie. Mica mi vorrà buttare nella stessa disgrazia, adesso io ho la mia di vita e nella mia vita io voglio che sia un insegnamento. Quando io facevo le cose dissonanti a lui piaceva. Il lato solare, entusiasta, vitale l’ho preso da mia mamma, il lato cupo, decadente e filosofico è quello di mio padre. Ha fatto il gesto di Seneca, ha fatto il filosofo”.

Poi Morgan ha anche parlato circa i suoi grandi amori. Tra questi Asia Argento, sua storica compagna: “È una persona che mi somiglia Asia, una persona con cui mi trovavo bene e anche oggi ci sentiamo al telefono per parlare di progetti. È una persona con cui mi piace collaborare, è un’amica… È da pazzi non collaborare inteso come stare insieme, sapersi divertire e sapersi dare cose semplici di affetto, esserci. È la presenza la cosa importante”. La madre: “È una persona capace di parlare, è un talk show vivente. Sono così grazie a lei”. Infine l’attuale compagna: “Io non vivo in casa, vegeto. L’altro giorno è entrato in casa un gatto che non conoscevo e l’ho accettato. Io sono uno che ama. Non so se la persona con cui sto in questo momento ha piacere che dico qualcosa di lei… Vivo con un essere umano che è più che persona, a volte è uomo, a volte è donna ed è la stessa”.

Il momento dell’artista si conclude con il suo ruolo di padre, quasi a voler chiudere un cerchio: “Io sono bravissimo, la voglia di fare il padre mi è venuta, mi è passata, mi verrà e mi ripasserà. Queste creature non vedono l’ora di stare con me. I momenti con le mie figlie sono i più belli della mia vita”. Costanzo prende la parola ed invita Marco a passare più tempo con le figlie, a stare con loro e a donare loro maggior affetto. Come motivazione di questi consigli porta la propria esperienza: “Io ho perso mio padre a 18 anni, è morto di morte naturale ma ancora ci penso. Il padre è una figura essenziale per un uomo, al di là della retorica delle madri” racconta il giornalista.

Insomma ieri notte, ancora una volta, Costanzo ha regalato al pubblico a casa un bellissimo momento di televisione, dimostrandosi nuovamente un vero maestro per chi vuole affrontare questo tipo di carriera.

Precedente Esce domani il nuovo album di Laura Pausini: "È un progetto che aspetto da oltre vent'anni!" Successivo Dopo il GF VIP, Mariana Rodriguez: "La Marini? Razzista ed infelice, ma se ha bisogno ci sarò!"