Le nuove pesantissime accuse di Eva Henger ad Alessia Marcuzzi!

Pare che Eva Henger non abbia proprio intenzione di demordere e continua a farsi paladina della verità. Dopo aver fatto scoppiare il caso canna-gate all’interno de L’isola dei famosi e dopo le tante dichiarazioni a suo favore fatte da Chiara Nasti, Nadia Rinaldi, Cecilia Capriotti (e che hanno fatto emergere questioni legate anche al passato con Giulia Calcaterra e Samantha De Grenet), ora sul settimanale DiPiù la bionda ungherese ha deciso di togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

 

La prima nel mirino della Henger è stata Alessia Marcuzzi: “Alessia, mi spieghi perché io ho un camerino lontano da quelli di tutti gli altri? Per la precisione, prima di ogni diretta, mi cambio, mi preparo e mi trucco in una struttura esterna agli studi. Senza nessuno degli altri naufraghi. Completamente da sola. Come esiste il bullismo dei ragazzi, esistono anche forme di bullismo professionale e io, in questo caso, lo sto subendo. Dopo le tue urla, quando c’è stata la pubblicità e sei uscita dallo studio, ho sentito distintamente, così come lo hanno sentito le persone che avevo al mio fianco, che mi hai gridato: ‘Ma guarda questa…’, aggiungendo una brutta parolaccia. Se scrivo è anche perché penso che il pubblico debba sapere che dietro i tuoi sorrisi, dietro il tuo sembrare così gentile, c’è una donna piena di rabbia”.

 

Poi è la volta di Mara Venier: “Su Internet hai scritto che ‘ho la faccia come il c..o’ ma poi durante l’Isola dei Famosi ti sei scusata a telecamere spente. Però mi chiedo: perché non ti sei scusata in diretta, a telecamere accese? Chi ti ha bloccato?”. Ed infine ecco le parole di Eva su Daniele Bossari: “Mi hai attaccato fin dall’inizio, hai detto che stavo raccontando menzogne, che il canna-gate era frutto della mia fantasia. Sei stato sbugiardato e non ti sei mai degnato di chiedermi scusa”. Se ne parlerà in puntata?

Precedente Karina Cascella e la verità sul Grande Fratello! Successivo Domenica Live - Accuse contro Raffaella Fico, Emilio Fede e le Mosetti!