Dopo il GF VIP, Mariana Rodriguez: “La Marini? Razzista ed infelice, ma se ha bisogno ci sarò!”

img_3835Uscita la scorsa settimana dalla casa del Grande Fratello VIP ad un passo dalla finale, è tornata alla sua vita la splendida modella e showgirl venezuelana Mariana Rodriguez. Tanta grinta, tanto carisma e bellezza da vendere: questa è Mariana in tre parole. Nella Casa ha trovato delle amicizie sincere, come ad esempio l’attore spagnolo Bosco Cobos, che molti davano per vincitore. Intervistata da Blogo, la Rodriguez si toglie qualche sassolino dalla scarpa e torna a parlare della sua rivalità con la Marini.

Mariana inizia a spiegare i motivi per cui non ha ancora visto nulla del GF VIP: “Da quando sono uscita non ho voluto vedere molto di quello che è andato in onda, mi fa piangere… non mi fa bene, non riesco neanche ad accendere la tv. La prima settimana sono stata me stessa, cantavo e ballavo. Poi è iniziato il bullismo nei miei confronti. Da lì tutto è cambiato, sono tornate le mie paure di quando ero piccola… Mariana non c’era più, non riuscivo a confidarmi con nessuno, li sentivo tutti contro di me. È stato difficile per me relazionarmi con gli altri”. Abbiamo visto infatti i momenti di difficoltà della ragazza e alcuni attimi di sconforto.

Ma ecco che il discorso poi torna sulla sua antagonista, colei che non le ha reso la vita facile all’interno del reality, Valeria Marini. La diva dei baci stellari si è spesso contrapposta alla Rodriguez, vivendo una specie di rivalità: “Dopo aver convissuto con Valeria Marini, qualunque insulto, qualunque parola, non fa male. Il suo razzismo, è stato fatale. Diceva sempre ‘dovresti ringraziare l’Italia perché con tante belle ragazze italiane hanno preso questa’. Sempre sottolineando che sono di questo Paese. Mi fa molta tenerezza, la trovo una persona molto infelice”. Oltre alla questione legata alla sua provenienza geografica, il messaggio sbagliatissimo da non passare a casa è che nel 2016 c’è ancora qualcuno che sostiene che vi siano persone che portano sfortuna. Allontanare qualcuno, escluderlo, dando questa motivazione è veramente da Medioevo. Su questo avvenimento ha giustamente parlato anche Loredana Bertè.

Già dalla sua eliminazione, Mariana si è però dimostrata come aperta al dialogo e torna ad affermare: “Il giorno in cui avrà bisogno di confidarsi o di piangere mi può chiamare e giuro che io ci sarò per aiutarla”. Troppo buona o c’è puzza di falsità? In realtà Mariana è una persona gentile ed altruista e non ci sarebbe da stupirsi nel vederla aiutare anche persone con cui ha litigato. Brava, un buon esempio da dare a chi la segue!

I commenti sono chiusi.