Gabriel Garko racconta il suo ritorno in teatro con Odio Amleto, a fianco del celebre Ugo Pagliai!

img_3777Dopo i tanti lavori in televisione, Gabriel Garko è tornato ad un antico amore, il teatro. Alla faccia di chi ritiene che egli non sappia recitare, l’attore vanta un curriculum di tutto rispetto e su di lui puntò addirittura il genio di Ronconi. Questo aveva visto nel giovane torinese un talento multiforme che avrebbe sicuramente appassionato la platea. Non si sbagliò. Attualmente Dario, questo è il nome di battesimo del co-conduttore della scorsa edizione del Festival di Sanremo, è impegnato nell’opera teatrale Odio Amleto.

Questa commedia è stata adattata e diretta dal commediografo Alessandro Benvenuti, formatosi nei cabaret degli anni Settanta e celebre per la collaborazione con Francesco Nuti e la grande Athina Cenci. Come ultima volta in TV Alessandro ha partecipato alla fiction di Canale 5 Caterina e le sue figlie, con Virna Lisi, Iva Zanicchi, Alessandra Martines, Valeria Milillo ed Eva Grimaldi. Tra gli attori che affiancheranno Garko in Odio Amleto, vi sono Ugo Pagliai (reso popolare dagli sceneggiati televisivi degli anni Settanta) e sua moglie Paola Gassman, la figlia del grande Vittorio. A loro si aggiungono anche Annalisa Favetti (che debuttò sul piccolo schermo a fianco di Barbara d’Urso nel 1997 con La dottoressa Giò), Claudia Tosoni e Guglielmo Favilla.

Lo stesso Gabriel in un’intervista rilasciata al Corriere della sera, racconta il suo ruolo nella commedia: “Andrew Rally, l’attore che dopo tante fiction vuole cimentarsi nel capolavoro classico, ma deve vedersela col fantasma del mitico interprete di Amleto, sono io. Diciamo la verità: chi fa televisione, ma anche un certo cinema, vive una sorta di complesso di inferiorità nei confronti dello spettacolo colto. È una continua rincorsa al recupero di una credibilità artistica. Il sentire la necessità di dimostrare, appunto, di essere all’altezza del compito. Forse non a caso la commedia di Rudnick è stata portata al successo a Broadway da Edward Norton che era nel film Birdman, dove si racconta una storia analoga”. Un impegno davvero importante e racconta anche un interessante aneddoto: “Mi spaventa l’impegno che occorre per essere lì ogni sera: quando si alza il sipario non hai scampo. Ricorderò sempre che la Melato, se si accorgeva che andavo giù di tono, quindi di fiato, si girava verso di me, con le spalle al pubblico, e mi sussurrava a denti stretti ‘alza! alza!'”.

E a chi si chiede se abbandonerà la tv risponde: “Torno in teatro, ma resto anche in tv”. Infatti a breve è prevista la messa in onda della nuova stagione de L’onore e il rispetto e Gabriel sarà anche impegnato in nuovi progetti molto interessanti. Una carriera ed una vita vissute a cento all’ora, per un sex symbol sempre sulla cresta dell’onda!

I commenti sono chiusi.