Andrea Lehotská: dal sequestro quasi mortale alla beffa in tribunale

Sequestrata in Palestina e con un processo in corso in Italia, non è un periodo particolarmente felice per la bella Andrea Lehotská.

Andrea è nata a Detva, nella Repubblica Slovacca nel 1981, ed oltre ad essere una conduttrice televisiva ed una modella è anche attrice, scrittrice, giornalista, autrice, fotografa e traduttrice. Insomma quando si dice una vera artista a 360 gradi. Approda in Italia nel 2002 quando lavora come modella per i più prestigiosi marchi internazionali: Moschino, Nike, Iceberg sono solo alcune delle aziende per cui presta il proprio volto. L’esordio in TV è con Spicy Tg, un irriverente telegiornale per adulti con nudi integrali presentato da Silvia Rocca su Antenna 3. Diventa poi veejay per All Music e recita nel film Che ne sarà di noi di Giovanni Veronese con Silvio Muccino, Elio Germano e Violante Placido. Showgirl insolita (possiede il porto d’armi e parla fluentemente sette lingue: italiano, slovacco, inglese, francese, tedesco, ceco e thailandese) viene scelta da Chiambretti come opinionista fissa per il suo Markette prima e per Chiambretti Night poi. Nel 2007 arriva in finale nel reality show di Canale 5 condotto da Barbara d’Urso Uno due tre stalla e successivamente torna al cinema per diverse pellicole.

La sua carriera prosegue poi conducendo Circo Massimo, Festival internazionale del circo di Monte Carlo e Circo Estate su Rai 3, per poi naufragare a L’isola dei famosi nel 2012, dove si classifica terza dietro ad Antonella Elia e Manuel Casella. Con la sua conoscenza delle lingue ha tradotto molti testi e ha scritto due libri: Il sex appeal di un cotton fioc nel 2008 e Altre libertine. Cronache incensurate di una vita in fuga nel 2011. Nel 2008 sposa Stefano Bonaga, filosofo e politico italiano di 37 anni più vecchio; il matrimonio viene definito puramente intellettuale ed i due si sono detti favorevoli ad avventure sessuali extraconiugali.

Nel gennaio 2016, recatasi in Palestina per documentare gli orrori che stanno vivendo quei popoli è stata sequestrata. Ecco cosa ha raccontato lei stessa: “Ero partita da sola per documentare la realtà della guerra. Mi sono finta un’ingenua turista e, sbattendo le ciglia, ho iniziato a fotografare quello che vedevo attorno a me. Volevo realizzare un reportage da pubblicare sul blog del mio sito. Ho visto soldati sparare ai bambini e lanciare contro di loro dei lacrimogeni. Ma l’immagine più devastante è stata una donna che sparava alle spalle a un bambino con lo zainetto che usciva da scuola. Il proiettile, dopo averlo colpito, gli è fuoriuscito dalla coscia. Il bambino urlava e la donna rideva. Io mi sono schierata dalla parte dei bambini palestinesi. Hanno iniziato a spararmi mentre correvo, ma non mi hanno colpita. Poi mi sono rifugiata in una cantina dove i soldati palestinesi mi hanno sequestrata per tre giorni, forse i più brutti della mia vita. Ogni tanto mi affacciavo da una piccola finestra e vedevo i militari con il mitra in mano che sorvegliavano la mia unica via d’uscita. Alla fine mi ha graziato un soldato, l’unico che non sparava ai bambini. Ci siamo guardati per alcuni istanti negli occhi e poi lui, guardando l’orologio, ha detto: ‘Ti do due minuti, scappa e inizia a correre. Io non guardo’. Ho iniziato a correre forte e, nel buio della notte, ho percorso gli 8 chilometri che mi separavano da Israele. Una grande paura, perché ho sfiorato la morte. Per assurdo, però, in quel momento l’adrenalina forse non mi permetteva di rendermi davvero conto di quello che stavo vivendo, per cui sto più male oggi ripensando a quei giorni”. Una storia davvero incredibile!

Negli ultimi giorni si è parlato di un’ipotetica riduzione del risarcimento chiesto dalla Lehotská per un incidente passato. Un uomo peruviano nel 2011 tamponò l’auto della modella, che si trovava ferma, poi fuggì senza prestare soccorso. Andrea annotò prontamente la targa e ad oggi, dopo quattro anni e mezzo, le sono stati risarciti solamente 3mila euro dei 25mila richiesti. Il suo avvocato ha dichiarato che andrà avanti nella causa affinché alla sua assistita venga ridata la somma ritenuta corretta. Che periodo travagliato per la bella slovacca, la quale non deve dimenticarsi che prima o poi torna il sereno!

image

Precedente Justine Mattera super-sexy su GQ fa impazzire gli uomini! Successivo Uomini e donne - arriva Oscar, nuova speranza per il trono classico